Il Grinch. Voto: 7

Il Grinch è uno dei tanti film che ogni Natale ci ritroviamo a guardare ed è forse proprio per questo che è diventato un vero e proprio cult. A caratterizzare il film è sicuramente la voce narrante (in originale quella di Anthony Hopkins) che rima quanto accade trasformando il film in una fantastica favola. Ma se questo film è diventato una vera e propria icona del Natale dobbiamo ringraziare il grandissimo Jim Carrey che attraverso la sua bellissima interpretazione e tutto quel trucco riesce ad incantare grandi e piccoli. L’aspetto più interessante del film è appunto il trucco che trasforma i Nonsochi in esseri piccoli dal naso all’insù e ovviamente Jim Carrey nel Grinch. Non a caso, la magia che hanno saputo creare i truccatori, Rick Baker e Gail Rowell-Ryan, ha fatto guadagnare ai due professionisti un Premio Oscar.

52630_ppl

Messo da parte l’aspetto tecnico ci si rende subito conto che la storia è in realtà molto semplice e forse un po’ banale. La sceneggiatura è troppo piatta, a tratti perfino noiosa, e solo i buoni sentimenti natalizi, il buon finale e il grande Jim Carrey riescono a farlo passare per un film discreto, e non solo per una semplice favoletta per bambini. Riflettendo un’po’,  Il Grinch non è poi un film così originale, quante sono le pellicole il cui messaggio è che Il Natale non è fatto solo di regali? Che bisogna andare oltre il semplice bene materiale? Sono veramente tanti, ma d’altronde stiamo parlando di un film di Natale quindi chiedere dell’originalità è forse chiedere troppo. Ribadisco che questo film, apprezzato da tutti (anche dal sottoscritto), è entrato ormai nel cuore di molti, ma non perché ci troviamo di fronte ad un capolavoro, ma semplicemente perché è un film Natale, e nessuno odia il Natale.
Per quanto quindi possa essere banale, il Grinch è probabilmente il film più adatto da guardare durante queste feste, pronto a farci entrare nell’ottica del Natale.

Torna alla pagina principale